Amityville Horror Storia Vera: Orrore ad Amityville

0
298
amityville

Amityville Horror: tra paranormale e realtà

Quando i misteri si fondono con eventi della vita realmente accaduti, da semplici racconti si trasformano, con il passare del tempo, in delle vere e proprie leggende metropolitane. Se si aggiungono omicidi efferati ed eventi che hanno tutte le caratteristiche di essere manifestazioni paranormali, si ha una storia perfetta per il grande schermo. Amityville Horror ne è un esempio, un film che narra la storia della famiglia Lutz e dell’orrore ad Amityville, una casa che secondo le testimonianze era infestata. Dietro al caso Amityville vi è del vero o sono solo dei racconti infondati? Di seguito andremo a ripercorrere i tristi episodi che hanno ispirato il film.

amityville-storia-vera

La storia della vera casa infestata di Amityville: le voci di Ronald DeFeo jr

La nostra storia si svolge in un luogo ben preciso, il 112 Ocean Avenue ad Amityville, un luogo di altri tempi, con un bellissimo edificio in stile coloniale costruito intorno agli anni ’20 e caratterizzato da finestre molto ampie che si affacciano su un giardino e una rimessa per le barche. Una casa tipica del mondo americano, un luogo da sogno, dove far crescere la famiglia, ma che invece racconta una triste storia.

Nel 1965, l’abitazione venne acquistata dalla famiglia DeFeo, molto cattolica. I coniugi sono Ronald DeFeo e Louise DeFeo. Hanno cinque figli: Ronald Jr Allison, John, Mark e Dawn e un bellissimo cane di nome Shaggy. La loro vita sembra scorrere in modo normale fino alla sera del 13 novembre del 1974, quando il ventitreenne Ronald DeFeo Jr massacra tutta la sua famiglia a colpi di fucile.

famiglia de feo
I cinque figli di Ronald DeFeo e Louise DeFeo.
amityville horror storia vera

Il rinvenimento dei corpi avviene proprio da parte del ragazzo in circostanze molto strane, che lo portano ad essere il primo indiziato. Infatti, i testimoni che furono chiamati al processo, affermarono che Ronald Jr tornò a casa verso le 18.00 dello stesso giorno, dopo aver lavorato tranquillamente alla concessionaria del padre, rimanendo sempre sul vago del perché il genitore non si fosse presentato al lavoro. A spingere gli inquirenti verso di lui, vi furono anche il ritrovamento della custodia del fucile nella sua camera e il fatto che nessuna finestra o porta, fosse stata forzata dall’esterno. Infine, una volta stabilito che lo sterminio della famiglia era avvenuto alle 3.15 del mattino con Ronald Jr presente in casa, fu palese che fosse lui l’artefice di questi omicidi.

ronald defeo
Ronald DeFeo jr

Durante il processo però, iniziano a comparire alcuni fatti abbastanza inspiegabili. Ronald Jr dichiara di aver sentito delle voci che lo hanno spinto a commettere gli omicidi. Inoltre, quando furono interrogati i vicini dei DeFeo, nessuno dichiarò di aver sentito i rumori degli spari. Infine, tutti e 6 i componenti della famiglia vengono trovati morti nei loro letti in posizione riversa, come se non si fossero mai svegliati. Si ipotizzò all’inizio che l’assassino li avesse narcotizzati, ma non venne trovato nessun sonnifero nel loro sangue.
Iniziarono così a girare le prime voci che il giovane Ronald Jr fosse posseduto, ma venne dichiarato capace di intendere e di volere e condannato a oltre 150 anni di carcere.

ronald defeo jr

I Lutz arrivano ad Amityville: la casa è davvero infestata?

La casa viene ripulita e rimane vuota per un intero anno, fino a quando il 18 dicembre del 1976, la famiglia Lutz l’acquista per la somma di 80.000 dollari, una vera e propria occasione dato la grandezza della casa e il luogo in cui è costruita. Per George Lutz che ha 28 anni ed è un ex marine congedato, proprietario di una società di misurazioni topografiche, è un vero e proprio affare e con la moglie Kathy di 30 anni si trasferisce subito in questa bellissima casa con i tre figli, Danny di 9 anni, Christ di 7 e Missy di 5. Da alcune testimonianze i Lutz vengono a conoscenza di quello che è capitato nella casa solo dopo l’acquisto, per altri invece già sapevano il motivo di un prezzo così ridotto. Comunque, una volta trasferiti decidono di contattare Padre Ralph Pecoraro, per benedire la loro nuova casa.

george kathy lutz
La famiglia Lutz

Il prete raccontò che non appena mise piede nell’edificio percepì immediatamente una strana presenza. Quando iniziò ad aspergere l’acqua santa e a pronunciare il rito di benedizione, sentì una voce minacciosa che, chiamandolo per nome, gli intimava di andarsene. Padre Ralph distaccò subito gli occhi dalla Bibbia, ma non scorse nessuno presente nella stanza. Colto però da uno strano timore decise di inventare una scusa e di non completare il rito.
I Lutz non fecero caso allo strano comportamento del prete, accingendosi ad iniziare la loro seconda notte nella nuova bellissima casa.
Ma la casa era davvero infestata? Di seguito andremo ad analizzare gli eventi che si susseguirono e le diverse ipotesi che furono fatte.

amityville-house
Gli strani eventi paranormali descritti dalla famiglia Lutz

La stessa notte della benedizione, i Lutz furono svegliati da strani rumori che provenivano da alcuni punti della casa. I due coniugi non ci fecero molto caso, ipotizzando che fossero dovuti a una necessaria manutenzione, ma il giorno dopo George Lutz non trovò nulla che potesse giustificarli. La notte successiva iniziò quello che fu definito il vero orrore ad Amityville e che spinse successivamente a considerare questa casa infestata.

Alle 3.15 del mattino George percepì di nuovo dei forti rumori, stavolta provenienti dal piano di sotto. Decise di indagare, e così si recò al pianterreno: la porta di casa, di legno di quercia massiccia, era stata completamente sradicata dall’intelaiatura, rimanendo attaccata solo a un cardine. Sembrava essere esplosa dall’esterno, come se una forza enorme l’avesse spinta per aprire la serratura ancora chiusa.

Perplesso e terrorizzato il giorno dopo risistemò il battente, ma iniziarono a verificarsi altri eventi. Odori misteriosi, passi per la casa, strane ombre che sembravano scomparire quando le si guardavano. Inoltre, George Lutz , dichiarò di sentirsi ogni giorno più strano e addirittura iniziò a farsi crescere la barba e i capelli, assomigliando sempre di più a Ronald DeFeo jr. Ogni notte alle 3.15 del mattino qualcosa svegliava George e la moglie. Kathy dichiarò di essere stata afferrata alle spalle in cucina da una strana ombra e i due coniugi iniziarono a notare che la loro figlia più piccola parlava con un amico immaginario e i bambini erano sempre scontrosi.

Ogni giorno strani tremori scuotevano la casa fino a quando dai muri non si iniziarono a vedere delle gocce verdi trasudare e una delle ringhiere di legno delle scale venne divelta. Una notte Kathy vide fuori dalla finestra della più piccola due occhi rossi che la spiavano e il giorno dopo controllando nella neve trovò delle impronte di zoccoli.
Dopo 28 giorni di eventi inspiegabili e paurosi, i Lutz decisero di fretta e furia di abbandonare l’edificio. Nelle testimoniane dell’ultimo giorno, poche e frammentarie, si rivela tutto il loro terrore nei confronti di quello che stava accadendo.

amityville horror film
Una scena tratta dal film Amityville Horror (The Amityville Horror), film del 1979

Ti potrebbe interessare anche: Caso Enfield: Janet Hodgson e la Storia Vera dietro The Conjuring

amityville house
Foto della casa di Amityville risalente al 2005
Di Seulatr – https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=3022369
Le varie leggende su Amityville: mito e leggende urbane

La storia dei Lutz venne raccontata dai coniugi al giornalista Paul Hoffman che fu il primo a descrivere con estrema minuzia i particolari e gli eventi accaduti nella casa. Il suo articolo ebbe anche un certo successo mediatico dato che fu pubblicato sul The New York Times e i Lutz furono più di una volta intervistati. Iniziò così una vera e propria indagine paranormale per dimostrare la veridicità di quanto era accaduto.

La casa venne visitata da esperti del settore come Ed e Lorain Warren e da enti come la Psychic Research Foundation e la New England Society for Psychic Research, i quali però non trovarono nessun indizio in particolare che potesse concordare con le testimonianze raccolte. Successivamente uscì anche un libro che vendette milioni di copie sulla vicenda, oltre all’adattamento cinematografico di diversi film.

L’unico reperto a favore della tesi della presenza demoniaca fu quello di una foto scattata all’altezza di dove si presume fosse la stanza dei fratelli DeFeo, in cui si scorge in maniera nitida la figura di un ragazzo che alcuni hanno ipotizzato fosse lo spirito di uno dei figli.

La vicenda Amityville divenne però un vero e proprio caso mediatico. Alcune ricerche dimostrarono che probabilmente la costruzione era stata eretta su un vecchio cimitero indiano. Inoltre, quando nel 1979, l’avvocato dei Lutz dichiarò in un’intervista che gli accadimenti della casa erano tutto un trucco, qualcuno ipotizzò che George Lutz dopo l’acquisto dell’edificio si fosse indebitato e avesse trovato questo sistema per raccogliere denaro. I proprietari successivi non hanno rilevato nessuno degli eventi dichiarati. Rimane solo una certezza: l’efferato massacro avvenuto nel 1974.

amityville casa
Amityville film
  • Amityville Horror (The Amityville Horror), film del 1979 diretto da Stuart Rosenberg
  • Amityville Possession (Amityville II: The Possession), film del 1982 , diretto da Damiano Damiani
  • Amityville 3D, film del 1983, diretto da Richard Fleischer
  • Amityville Horror – La fuga del diavolo (Amityville: The Evil Escapes), film del 1989, diretto da Sandor Stern
  • Amityville – Il ritorno (The Amityville Curse), film del 1990, diretto da Tom Berry
  • Amityville 1992: It’s About Time, film del 1992, diretto da Tony Randel
  • Amityville: A New Generation, film del 1993, diretto da John Murlowski
  • Amityville Dollhouse, film del 1996, diretto da Steve White
  • Amityville Horror, film del 2005 (remake del film omonimo del 1979), diretto da Andrew Douglas
  • The Amityville Haunting, film del 2011
  • The Amityville Asylum, film del 2013, diretto da Andrew Jones
  • Amityville Death House, film del 2015, diretto da Mark Polonia
  • The Amityville Playhouse, film del 2015, diretto da John R. Walker
  • Amityville – Il risveglio, film del 2015, diretto da Franck Khalfoun

Leggi anche:

Articolo precedenteThomas Busby e la Sedia Maledetta
Articolo successivoJack lo Squartatore: la Vera Storia del Serial Killer di Whitechapel
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it