Superstizione Sul Letto

0
5669
superstizione letto porta

Ci sono diverse superstizioni legate al letto di cose che portano sfortuna e per evitarle ci sono diverse regole da seguire. Vediamo come fare.

Non si dovrebbe mai dormire con i piedi rivolti verso la porta, perché ricorda l’uscita in barella con i piedi in avanti per correre all’ospedale, o peggio, per essere portati via in una bara, e neppure rivolti verso una finestra o balcone, perché è anche la via che l’anima prende al momento del distacco.

Rifare il letto in tre è sinonimo di cattivo presagio, infatti, durante le cerimonie funebri si usava addobbare il catafalco in tre persone.
Mai appoggiare il cappello sul letto, porta sfortuna, scopri di più

Non tenere specchi in camera o perlomeno non davanti al letto, alla porta o su due pareti opposte, per evitare di ricevere energia riflessa e troppo aggressiva, che ci farebbe sentire sempre stanchi.

superstizione letto

Una cosa da non fare perché porta male è quella di cambiare il letto matrimoniale, a meno che non sia strettamente necessario, una credenza dice che sostituendolo senza un  motivo apparente l’affetto che lega i due sposi diminuirà.
Mai far vedere il letto matrimoniale a estranei e neanche a persone più vicine, soprattutto se siete giovani coppie, la camera da letto di una coppia felice può suscitare invidie e gelosie. Bisogna circondarsi invece di oggetti ritenuti positivi e ritenerlo come un luogo sacro.

Il modo migliore per dormire bene è posizionare il letto con la testa a nord per ricevere energie positive e poter finalmente fare sonni tranquilli.

Leggi anche:

Articolo precedenteGranchio del Cocco: il Gigantesco Artropode dalla Stretta Micidiale
Articolo successivoCappello sul Letto: Perché Porta Sfortuna?
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it