Cava di Bauxite di Otranto in Puglia

0
1904
cava di bauxite otranto

La cava di Bauxite è uno dei luoghi più fotografati del Salento. Si trova nei pressi di Monte Sant’Angelo ad appena 1,5 km dal centro di Otranto in provincia di Lecce.

cave di bauxite

Si tratta di una cava di estrazione della bauxite, minerale dal quale si ricava l’alluminio. Scoperta nel 1940 è stata abbandonata nel 1976.

cava bauxite otranto

Il lago di Bauxite dalle acque color verde smeraldo si è formato naturalmente creando un proprio ecosistema lacustre e forma con l’ambiente circostante uno spettacolo di colori. Le rocce attigue hanno un colore rosso intenso, la vegetazione che ricopre quest’area ha un verde deciso e insieme al contrasto del cielo azzurro danno vita ad un panorama straordinario da non perdere. Anche se invitante, il lago non è balneabile.

bauxite otranto

Come arrivare alla cava di Bauxite

In auto

Partendo da Otranto, svoltate all’ultimo incrocio a destra in direzione Santa Cesarea. Qui troverete una stradina di campagna che diventa sterrata e siete costretti a lasciare la macchina e continuare a piedi. Dopo un po’ scorgerete la cava di Bauxite.

A piedi

Partendo dal porto di Otranto, dalla rotatoria della Madonna del Passo proseguite verso Orte. Alla successiva rotatoria svoltate a destra. Sulla vostra sinistra troverete una grande croce rossa, svoltate alla prima a sinistra e dopo 5 minuti di cammino vi troverete davanti il lago della cava di Bauxite.

Leggi anche:

Articolo precedenteIl Bosco delle Meraviglie: Parco Emozionale
Articolo successivoSacra Roccia di San Vito – La Pietra della Fertilità
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it