Sacra Roccia di San Vito – La Pietra della Fertilità

0
754
sacra roccia di san vito

In Puglia, in provincia di Lecce, nei pressi di un antico bosco, si trova la chiesetta di San Vito che risale al 1400 circa. Al suo interno è presente un monolite dal diametro di circa un metro e con un foro dai 30 ai 40 cm al centro.

Questa pietra “la sacra roccia di San Vito”è associata al culto della Dea madre.

La chiesetta di San Vito che risale al 1400 circa

Il rito della fertilità attraverso la sacra roccia di San Vito

Il lunedì dell’Angelo, come tradizione, bisogna passare attraverso il foro della pietra sacra, per poter poi uscire completamente rigenerati, una vera e propria rinascita, proprio come da un utero materno.

Il foro però è talmente piccolo che ci possono passare solamente bambini e persone minute. Una leggenda narra che la pietra della fertilità, invece, si adatti a qualsiasi corpo che passi attraverso la sua cavità. Subito dopo il rito si fanno canti e balli tipici della Grecia Salentina.

pietra sacra
Il passaggio nel foro da cui poi si riesce completamente rigenerati

Leggende legate alla pietra della fertilità

Si narra che la pietra in origine fosse al centro del paese di Calimera, un giorno gli abitanti del borgo vicino cercarono di rubarla, ma al momento di caricarla sopra un carro, la pietra diventò così pesante che fu impossibile sollevarla e quindi i ladri dovettero abbandonarla al confine del paese. Fu così che la chiesa venne costruita intorno alla pietra, proprio in quel punto, dedicandola a San Vito.

Un’altra leggenda che si tramanda da generazioni racconta di un cacciatore che si perse nel bosco e nel momento in cui stava per essere assalito dai lupi, si rivolse a San Vito promettendogli una cappella in suo onore se lui l’avesse protetto, il cacciatore si salvò e mantenne la promessa.

Una meta insolita e sicuramente curiosa se si passa da queste parti, soprattutto il lunedì di Pasqua.

pietra fertilità

Leggi anche:

Articolo precedenteCava di Bauxite di Otranto in Puglia
Articolo successivoSan Sperate – il Giardino Sonoro di Pinuccio Sciola
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it