Le Unghiate del Diavolo a Pisa

0
2416
duomo di pisa

E’ Passato il Diavolo a Pisa?

Sul lato nord della facciata del duomo di Pisa, quello che si affaccia sul lato del camposanto monumentale, al centro della Piazza dei Miracoli, si può notare un pezzo di marmo di origine romana con dei piccoli forellini neri incisi sopra.

unghiate del diavolo pisa

La leggenda narra che a lasciarli sia stato proprio il diavolo con le sue unghie mentre tentava di arrampicarsi lungo la fiancata con l’intenzione di bloccare la costruzione di questa bellissima cattedrale medievale, ma finì cacciato dalla forza divina. A ricordo di questa vicenda sono rimaste queste impronte chiamate “unghiate del diavolo”.

pisa duomo

Molti hanno provato a contarle, ma il numero varia sempre, si dice 150, anche se a causa di segni più leggeri il risultato è sempre diverso. E’ usanza far contare le unghiate del diavolo ai bambini, stessa cosa che si fa per le “api che non si contano” a Firenze.

Si dice che se si grida verso il camposanto da questo punto riecheggia una singolare eco sinistra chiamata “risata del diavolo”.

camposanto pisa

Un’altra leggenda aleggia in questo luogo: all’interno del duomo di Santa Maria Assunta, su una colonnina a destra dell’abside, si trova un’anfora che si dice che sia quella usata nelle nozze di Cana in cui Gesù tramutò l’acqua in vino.

cattedrale di pisa
Anfora – Foto di LoneWolf1976 – Opera propria

Leggi anche:

Articolo precedenteLago delle Fate a Macugnaga e la Leggenda degli Gnomi
Articolo successivoIl Lago Blu di Cervinia e la Curiosa Leggenda del Viandante
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it