Troll: Creatura Mitologica Protagonista di Numerose Leggende

0
614
troll

Quando si è bambini ci si lascia catturare dal fantastico mondo del piccolo popolo tra fate, elfi, gnomi e troll: ci sono paesi dove queste affascinanti creature sono protagoniste di innumerevoli leggende e racconti, che ancora oggi ammaliano grandi e piccini.

Chi sono i troll?

Il troll è una creatura mitologica tipicamente norrena: sono uomini dall’aspetto grottesco che vivono nei luoghi più inaccessibili della natura. Che siano giganti o molto piccoli, sono dispettosi con chi ha la sfortuna di incontrarli.

Non amano il suono delle campane, detestano le capre ma ancor più l’uomo, spesso imbrogliato dai troll per estorcergli ricchezze, la loro vera passione. Per tenerli lontani basterà fare tanto rumore oppure trattenerli fino al sorgere del sole: i troll infatti cacciano e fanno bagordi con fiumi di birra solo di notte perché i raggi solari li tramuterebbero in pietra.

Possono vivere fino a 200 anni e, proprio al tramonto della loro esistenza, diventano più solitari e più malinconici: attendono solo di incamminarsi verso “La Grande Vetta”, per un viaggio senza ritorno.

immagini troll

Aspetto dei troll

Incontrare un troll è un’esperienza che difficilmente si dimentica: la loro pelle è rugosa e squamosa, hanno un collo tozzo e quattro dita a mani e piedi; le loro orecchie sono assai grandi e il naso è così lungo ed evidente che lo usano persino per mescolare la minestra, spesso a base proprio di umani. Dal fondo schiena dei troll parte una coda simile a quella delle mucche e sulle loro teste crescono licheni e muschi: si narra addirittura di troll con tre occhi oppure con due teste, tanto da renderli non più intelligenti ma certamente molto spaventosi.

Troll Norvegesi

Quando si parla di troll la mente corre subito alla Norvegia, vero spettacolo della natura. Nella terra dei vichinghi, dell’aurora boreale e del sole di mezzanotte vivono questi esseri più gentili, dallo smisurato amore per la natura: sono infatti amichevoli con gli umani che rispettano le piante e gli animali premiandoli predicendo loro il futuro.
La natura e i loro innumerevoli segreti: questo è il più grande tesoro dei troll norvegesi, che si rivelano meno materialisti dei loro simili.

trolls norvegia
Le altre razze di troll

Gli Sgorks abitano nei boschi e indossano cappelli larghi e lunghi mantelli che li rendono invisibili, non fosse per la coda che fuoriesce. Sono tanto veloci quanto crudeli e gli uomini sono per loro solo prede, da schiavizzare o da mangiare. Le donne degli Sgorks sono ormai rarissime, più graziose ma con temibili artigli al posto delle unghie. Pare che eseguano i loro incantesimi con il solo sguardo, ecco perché è bene non guardarle mai negli occhi.

foto troll

Immagine tratta dal film “Troll Hunter”

Ci sono poi i Trow, che popolano i vecchi castelli scozzesi e si considerano i guardiani del tesoro scozzese. Ce ne sono di alti e magri, con più teste oppure di nanetti maligni. Essendosi estinte le loro donne, rapiscono le fanciulle umane per riprodursi, condannandole alla morte a causa del dolorosissimo parto.

Leggende sui troll

Sono molti e affascinanti gli aneddoti e i racconti riguardanti i troll: si racconta ad esempio che rubano i bambini dalle culle sostituendoli con altri infanti o addirittura con un cucciolo di troll, oppure che facciano disperare i contadini inacidendo il latte o infettando il bestiame (molti lasciano nelle stalle biscotti e latte per ingraziarsi i troll).

Famosa è poi la leggenda di Bjorn, un bimbo che spaventava continuamente tutto il villaggio urlando “Troll!” burlandosi di tutti: un giorno però Bjorn incontrò davvero un troll, finendo nelle sue fauci.

C’è poi la storia di Huldre, una troll donna, dalla chioma bionda, la pelle diafana e la veste candida. Solitamente è una figura ingannatrice ma in tal caso è un dolce spirito dell’acqua: un contadino, il giorno di Natale, decise di donarle un dolce ma trovò il lago completamente ghiacciato.

Decise allora di praticare un foro ma era troppo piccolo per calare il suo dolcetto: all’improvvisò però sbucò una manina che lo raccolse portandolo nelle profondità del lago. Da quel giorno, il giorno di Natale, tutti i bambini si recarono al lago per omaggiare Huldre.

troll immagini
Immagine tratta dal film “Troll Hunter”

Film sui Troll

  • Troll, film del 1986 diretto da John Carl Buechler
  • Troll 2, film del 1990 diretto da Claudio Fragasso
  • Le avventure di Stanley (A Troll in Central Park), film d’animazione statunitense del 1994 diretto da Don Bluth e Gary Goldman
  • Troll Hunter, film del 2010 scritto e diretto da André Øvredal
  • Trolls, film del 2016 diretto da Mike Mitchell e Walt Dohrn

Leggi anche:

Articolo precedenteCamelot: il Leggendario Castello di Re Artù è Esistito Davvero?
Articolo successivoParco del Sile: GiraSile, Streghe e la Leggenda del Fontanasso dea Coa Longa
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it