Fatina dei Denti e Topolino dei Denti: da cosa hanno Origine?

0
1390
fatina dei denti

In molte regioni del mondo, i bambini, quando perdono un dentino, lo mettono in un piattino con un po’ di sale vicino al letto, in modo che la fatina dei denti (Tooth Fairy) venga a prelevarlo durante la notte mettendo al suo posto una monetina, si dice che deve prelevarlo entro la mezzanotte altrimenti porterà sfortuna. Questo fa parte del folklore popolare occidentale.

Che aspetto ha la fatina dei denti?

La fatina dei denti non ha un aspetto canonico e la sua figura varia molto da zona a zona. In genere è comunque immaginata come una piccola fata con le ali e bacchetta magica. In Lombardia ad esempio questo ruolo è attribuito a Santa Apollonia.

sant apollonia

In Italia è d’uso comune raccontare delle storielle ai bambini quando perdono i denti da latte per non farli piangere, e per far sì che il dentino cresca velocemente si dice loro di metterlo in un posto particolare: in un buchino nel muro, sotto il cuscino, in una scatola di fiammiferi, nel cardine dell’uscio, nella cappa del camino e persino sul tetto della casa. In altre culture si mette nella tana di un serpente per non farlo trovare dalle streghe. In cambio avranno un soldino che sarà portato dal simpatico topolino dei denti. In alcuni paesi per facilitare il compito, si usa mettere il dentino da latte vicino alla tana di un topo.

Da cosa deriva la tradizione del topino dei denti?

Il topo anche se temuto è invidiato per la sua straordinaria dentatura, riesce a rosicchiare tutto con i suoi denti aguzzi. Il topolino che porta via il dentino da latte, fragile, privo di radici al momento del distacco, lasciando in cambio un piccolo dono è di buon augurio. Simbolicamente il topo dona al bambino i suoi elementi distintivi che sono i suoi denti aguzzi, potenti e affilati, augurandogli di avere sempre a disposizione qualcosa da rosicchiare. Anticamente era l’auspicio più bello che si potesse desiderare per il proprio figlio, in un’epoca dove la fame incombeva.

Una leggenda spagnola racconta la nascita del topolino dei denti, scritta nel 1894 da Padre Luis Coloma, narra del Ratòn Perez (“Il topo Perez”), un topolino che faceva visita ai bambini portando doni in cambio dei loro denti da latte.

topolino dei denti

Superstizioni legate ai denti dei bambini

Un bambino che mette i denti molto presto, sta a significare che la mamma avrà un altro figlio nell’immediato futuro. Molti popoli, inoltre, credono che chiunque abbia gli incisivi distanziati tra loro sarà fortunato per tutta la vita, però per avere successo devono cercare lavoro lontano dal loro paese d’origine.

Ai bambini svezzati con la luna crescente, si profetizzano dei bei denti.

Per facilitare la dentizione dei bambini, un tempo gli si metteva un braccialetto di corallo al polso, oppure gli si appendeva al collo un sacchettino con dentro un sassolino.

Quando un bambino perde il primo dente da latte bisogna ricoprirlo di sale e gettarlo nel fuoco perché altrimenti nascerebbe al suo posto un dente di cane, ma se il dente viene preso prima che tocchi terra mettendolo in una maniglia e portato al braccio, si dice che libera le donne dai dolori mestruali.

fatina dei dentini

Curiosità e rimedi popolari di altri tempi contro il mal di denti

Considerando che il metodo più sicuro per curare il mal di denti sia quello di andare dal dentista, le credenze popolari nel mondo ci offrono dei rimedi davvero curiosi.

Si deve prendere un ciuffo di capelli e qualche frammento d’unghia della persona interessata e bisogna inchiodare il tutto ad un albero di quercia, in questo modo si scaccerebbe il dolore.

Si considerano efficaci le preghiere a Santa Apollonia (patrona dei dentisti, igienisti dentali e odontotecnici, che perdette tutti i denti a suon di percosse).

Sciacqui con l’urina per preservare i denti dalla carie.

Impacchi di foglie di cipolla e aglio per calmare il dolore.

Oltre alla fatina dei denti e al topolino, in altri paesi ci sono altre figure simboliche

In Catalogna, il compito è affidato a dei piccoli angeli.

In Irlanda le monete sono lasciate da un personaggio chiamato Annabogle.

In Venezuela e Messico viene chiamato dai bambini solo el Ratón.

fatine immagini

La fatina dei denti viene citata anche:

Nel film L’acchiappadenti (Tooth Fairy) del 2010 con Dwayne Johnson  “The Rock” che ricopre il ruolo della fata dei denti.

Al Calare delle Tenebre (Darkness Falls), un film horror del 2003, dove un’anziana signora chiamata “fatina dei denti”, a seguito di una condanna lancia maledizioni sulla città di Darkness Falls.

Le 5 leggende (Rise of the Guardians) del 2012 è un film d’animazione diretto da Peter Ramsey nel quale uno dei personaggi è proprio la fatina dei denti

In un episodio della quinta stagione dei Griffin quando Stewie è alle prese con la cattura della fatina dei denti.

Leggi anche:

Articolo precedenteColosso di Rodi: che fine ha fatto una delle 7 meraviglie?
Articolo successivoSanta Apollonia la Martire Protettrice dei Dentisti
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it