Barca di San Pietro – Un’Antica Tradizione

0
8069
barca di san pietro

Una tradizione molto popolare, soprattutto al centro nord, è quella della barca di San Pietro, conosciuta anche come barchetta di san Pietro, si tratta di un rituale molto singolare che si svolge nella notte tra il 28 e 29 di giugno, nella festa di San Pietro e Paolo.

Questo rito era usato dai contadini per conoscere il futuro dei loro raccolti, per capire se per loro fosse una buona annata ma anche per sapere la salute dei loro familiari e altre cose sul proprio destino.

Come si svolge il rituale della barca di San Pietro?

Occorre un recipiente di vetro, dell’acqua e un albume, basta prendere una bottiglia o caraffa, o comunque un contenitore largo, si riempie per più della metà di acqua e si fa colare all’interno della chiara d’uovo, successivamente si lascia in un luogo all’aperto, in un giardino o su un davanzale tutta la notte per assorbire anche la rugiada del mattino. La tradizione vuole che sia San Pietro a soffiare nel contenitore di vetro, formando in questo modo la sua barca.

La mattina dopo, si formano dei filamenti che ricordano la struttura di una barca o di un veliero, con vele e alberi. Se le vele sono aperte significa che ci sarà un buon raccolto e tempo splendido, viceversa se sono chiuse maltempo in arrivo.

barchetta di san pietro

Il giorno di San Pietro e Paolo corrisponde spesso con un’alta concentrazione di temporali, una leggenda, che risale all’ottocento, racconta che questi siano provocati dalla collera del diavolo, per scaramanzia quel giorno i pescatori se ne stanno alla larga dal mare.

veliero di san pietro e paolo

Come si ottiene il fenomeno della barchetta di San Pietro?

L’albume ha una densità di poco superiore all’acqua, quindi tende a scendere sul fondo, ma grazie al calore rilasciato dalla superficie dove viene appoggiato il contenitore di vetro durante la notte, l’acqua riscaldata sale in alto, trascinando con sé l’albume e formando così la barca di San Pietro.

Il culto di San Pietro si diffuse nel medioevo grazie ai monaci benedettini, in alcune parti del nord Italia si usa farlo anche per San Giovanni Battista, il 24 Giugno.
Non resta che provare a fare la nostra barca di San Pietro per leggere il nostro futuro!

veliero in bottiglia

Leggi anche:

Articolo precedenteAnimali Portafortuna
Articolo successivoColonna del Diavolo
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it