The Fleece Inn – Il Pub più Infestato della Gran Bretagna

0
996

Il pub “The Fleece Inn”, risale al 1610, una volta era adibito a locanda. Di giorno sembra un posto come tanti, dove puoi bere una pinta di birra in tranquillità, mentre la notte ci sono entità che vagano da una stanza all’altra, spostando bicchieri e sbattendo porte, sprigionando nell’aria odori particolari come fumo di pipa o legna bruciata. Spesso ci sono anche volti che appaiono alle finestre e clienti spettrali che siedono al bar.

Si racconta che Intorno al IX secolo un viaggiatore tentò di truffare un abitante del luogo, il quale inseguì il malfattore fino alla locanda dove alloggiava. Ne seguì uno scontro nel quale uno dei due cadde dalle scale ferendosi a morte e lasciando una scia di sangue sugli scalini. Si narra che nonostante i numerosi tentavi di cancellare questa macchia essa continuava a riaffiorare. Questa scalinata divenne un elemento di spicco nel pub “The Fleece Inn”, ma negli anni ’80 venne distrutta da degli operai durante la ristrutturazione.

Il fantasma più famoso rimane “Leathery Coit”. Si diceva che a mezzanotte le porte di una stalla adiacente si spalancassero e da essa uscisse uno spettro senza testa che guidava una carrozza trainata da cavalli anch’essi senza testa e mentre si allontanava rapidamente creava vortici di vento.

Ogni volta che in paese sentivano queste raffiche nella notte non potevano fare a meno di pensare a questa apparizione.

Leggi anche:

Articolo precedenteAokigahara – La Foresta dei Suicidi
Articolo successivoFamiglia Snedeker – The Haunting in Connecticut
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it