Castello di Arco: la Storia, le Leggende e i Fantasmi che lo Infestano

0
893
castello di arco

La storia del Castello di Arco

Il Castello di Arco si trova in provincia di Trento e si erge su uno sperone roccioso che si affaccia sulla piana del Sarca.

Questo castello ha una superficie di ben 23000 metri quadri ed è formato da numerose fortificazioni che in passato, si crede, formavano un unico complesso difensivo con le mura del borgo posto al di sotto. Purtroppo le documentazioni storiche non confermano questa teoria ma gli storici concordano con questa tesi ipotetica.

Ci sono testimonianze di tribù che trovarono rifugio nel luogo dove sorge il castello e che risalgono al 300 a.C., mentre per l’edificazione bisognerà aspettare intorno all’anno mille. Il castello fu edificato a scopo difensivo dai “nobili liberi” della zona e in seguito, nel 1196, Federico d’Arco lo dichiarò bene allodiale del popolo per poi divenire proprietà unica della famiglia d’Arco.

castello arco

Il castello resistette a vari tentativi di assalto da parte di eserciti ben addestrati ma nessuno riuscì nell’intento, le sue mura spesse e un’ottima strategia bellica ne hanno preservato la struttura per lungo tempo. Nel 1700 si cominciò ad assistere al suo disfacimento a causa della guerra di successione al trono di Spagna, l’esercito francese sotto il comando del generale Luigi Giuseppe di Borbone-Vendôme lo prese d’assedio bombardandolo.

Il castello, in seguito, fu utilizzato dalla popolazione come cava al fine di riparare o ricostruire le abitazioni distrutte dalle bombe. La famiglia proprietaria del castello, i Conti d’Arco, nel frattempo avevano subito una scissione in due rami ben distinti ma che mantenevano comunque la proprietà condivisa del luogo.

In seguito, nel 1927, la Contessa Giovanna d’Arco, marchesa di Bagno, ne divenne unica proprietaria acquistandolo definitivamente e, 55 anni dopo, il comune di Arco lo acquistò a sua volta.

castello di arco orari e prezzi

Le leggende legate al Castello di Arco

Il castello è da sempre legato a leggende e credenze popolari che lo hanno reso meta di turisti attratti da fenomeni di questo genere.

Si narra che una delle caratteristiche particolari che lo contraddistinguono è il numero delle finestre presenti, se ne contano ben 365, lo stesso numero dei giorni dell’anno. Non si conosce la motivazione della scelta di questo numero ben preciso ma alcuni ritengono possa essere un mistero legato al paranormale.

La leggenda più suggestiva riguarda senza dubbio la comparsa improvvisa di torri e bastioni che vennero erette in una sola notte, questo all’epoca venne attribuito al Diavolo in quanto le tecniche di costruzione del tempo non erano così sviluppate da assicurare una tale rapidità.

Per quanto riguarda la presenza di fantasmi, molti uomini persero la vita all’interno del castello e alcuni di essi sembra non avessero mai lasciato quelle mura, non sorprende che esistano storie di fantasmi e veri e propri avvistamenti.

castello riva del garda

Nel corso degli anni, tiranni e oppressori, sono stati stati trucidati dal popolo e i loro spiriti vagano ancora tra le oltre cento stanze del castello. Quest’ultimo è stato spesso teatro di vicende tragiche come l’avvelenamento, nel 1266, di un certo Ripando che – a detta di alcuni – infesterebbe ancora il luogo.

Antonio d’Arco commise un numero alto di atrocità e orrori e nel 1389 fu giustiziato dal popolo, da allora le sue apparizioni sono state documentate molte volte.

Un altro fantasma che sembra si aggiri tra i corridoi del maniero è quello di Ottavio Avogadro, un brigante che utilizzò il castello come deposito per i suoi bottini derivati dalle razzie e che venne giustiziato dal popolo, sono tanti gli spiriti che non ha mai abbandonato questi luoghi, fanno parte delle sue fondamenta e ne velano l’aspetto di un’aura magica e spettrale allo stesso tempo.

castello di arco di trento

Dove si trova il Castello d’Arco

Raggiungere il castello è semplice, a pochi chilometri dal lago di Garda c’è il paese di Arco. Questo suggestivo borgo è situato ai piedi del roccione dove sorge il castello. Una volta giunti sul posto bisogna percorrere un sentiero in salita di circa una ventina di minuti per raggiungerlo, una volta arrivati si può iniziare a visitare il posto.

Con la recente ristrutturazione, buona parte del complesso è aperto al pubblico e può essere ammirato in tutta la sua bellezza.

castello di arco trento
Dame che giocano a dadi – Affresco al castello di Arco
castello di arco percorso
Cavaliere che uccide il drago e investitura di cavaliere
Castello di Arco Orari:

Da aprile a settembre: dalle 10 alle 19
Nei mesi di ottobre e marzo: dalle ore 10 alle ore 17
Da novembre a febbraio dalle 10 alle 16 (escluso il mese di gennaio, dopo l’Epifania, durante il quale il Castello è aperto solo sabato e domenica)

castello di arco lago di garda

Leggi anche:

Articolo precedenteIl Golem di Praga e le Origini del Mito dei Giganti di Argilla
Articolo successivoRocca Sanvitale – il Castello di Fontanellato: Storia, Leggende e Fantasmi
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it