Villa Isnard e i suoi Misteri

0
2172
villa isnard

Villa Isnard ha un fascino particolare, il suo aspetto ricorda la casa della Famiglia Addams.

casa famiglia addams

E’ stata costruita nei primi del novecento per volere dell’ereditiera francese Maria Isnard che si sposò nel 1892 con un medico fiorentino, Aurelio Bianchi, molto più anziano di lei. Lo stile architettonico con il suo tetto spiovente è quello tipico della costa azzurra.
Villa Isnard, che si trova a Cascina in provincia di Pisa, fu frequentata da molte famiglie nobili pisane, ma anche europee. Perfino Giuseppe Cei, un giovane pioniere dell’aviazione era spesso in visita, fu iniziato agli studi proprio dalla famiglia Bianchi, si vociferava che fosse l’amante della signora.

cascina abbandonata

Sono noti degli arredamenti molto particolari all’interno, c’erano, tra le altre cose: una sala degli specchi, un salotto giapponese e una camera egiziana.
Attualmente villa Isnard è disabitata e non è visitabile. Il suo proprietario Emilio Isnard vive a Nizza, e legate ad essa ci sono molte storie di fantasmi  e misteri.

isnard

Villa Isnard leggende

Si narra che i coniugi Bianchi-Isnard abbiano avuto una bambina che però morì alla tenera età di 5 anni e che il suo fantasma vaghi all’interno della villa. Altre leggende raccontano che vicino all’adiacente villa Bianchi, ci fosse un castagno, che conteneva tra le proprie foglie lo spirito di un componente della famiglia della proprietaria e che ogni volta che qualcuno di notte passava di lì, veniva terrorizzato a morte.

Fu eretto un muro tra le due ville, ma magicamente il giorno seguente, veniva ritrovato distrutto. La notte si potevano udire mobili che si spostavano da soli e strani cigolii che emergevano dal silenzio.

Leggi anche:

Articolo precedenteLa Storia del Diamante Hope – La Gemma Maledetta
Articolo successivoLa Monachella – Il Fantasma del Teatro Massimo
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it