Castello Ladyhawke – Rocca Calascio

0
1270
lady hook

ROCCA CALASCIO – IL CASTELLO DI LADYHAWKE IN ABRUZZO

Se volete sentirvi parte di un set cinematografico, non resta che recarvi a visitare Rocca Calascio che si trova in provincia dell’Aquila in Abruzzo. Con l’altitudine di 1450 metri è uno dei castelli più alti d’Italia.

rocca calascio

E’ stato usato come location cinematografica per diversi film, tra cui Ladyhawke con Michelle Pfeiffer e Rudger Hauer del 1985, Rocca Calascio infatti è il castello e rifugio del monaco e Il nome della Rosa tratto dall’omonimo romanzo di Umberto Eco, la rocca è inoltre visibile anche in alcune scene di “the American” del 2010 con George Clooney.

rocca di calascio

La fondazione della rocca si fa risalire attorno all’anno 1000, anche se il primo documento storico che ne attesta la presenza è datato1380.
Il castello, era utilizzato come punto di osservazione militare, domina la valle del Tirino e l’altopiano di Navelli. Da qui si può osservare un panorama veramente mozzafiato.

L’ingresso al castello di Rocca Calascio è gratuito ed è raggiungibile molto facilmente anche in macchina e dal parcheggio sono pochi minuti di cammino.

roccacalascio

ladyhawke castello

Da vedere a Rocca Calascio

Il borgo Calascio è un antico borgo medievale, Il borgo è situato a sud-ovest rispetto al castello. La chiesa di Santa Maria della Pietà si trova nelle vicinanze della rocca, sul sentiero che porta a Santo Stefano di Sessani, un gioiellino che ricorda molto, per la sua forma ottagonale, il Battistero di San Giovanni a Firenze.
Questo  tempietto è stato eretto nel 1596 sul luogo dove, secondo la leggenda, la popolazione locale ebbe la meglio su una banda di briganti.

Leggi anche:

Articolo precedenteScarabeo Egizio: Significato e Simbologia
Articolo successivoAnimali Portafortuna
Sabrina Parigi è nata a Firenze e lì ha frequentato un corso di trucco di base, trucco teatrale ed effetti speciali. Da sempre appassionata di cinema, si è documentata accuratamente e a lungo su regia, sceneggiatura, soggetto e dialoghi per il cinema. Nel 2008 ha dato vita, insieme ad altri soci, all'associazione culturale di cinema indipendente “Le Tre Pietre”, che ha come scopo la realizzazione di corti/medi/lungometraggi, documentari, videoclip e la divulgazione delle arti in genere. Nel 2007 dirige e interpreta il corto Le Tre Pietre, nel 2008 Crypto, ottenendo la nomination come miglior regia esordiente al Festival di Roma “Corto.it”. Nel 2009 realizza il documentario Piccole e curiose storie fiorentine, selezionato e apprezzato in numerosi festival, al quale è seguita una versione più completa ed accurata, dal titolo Firenze curiosità e leggende. Negli ultimi anni ha continuato a fare ricerche sulle origini di antiche leggende e superstizioni, creando nel 2017 il sito Leggende, Curiosità, Misteri e Paranormale, sostituito nel 2018 dal sito migliorato e completo 3pietre.it